LA VITA ALTERNATIVA DISCONNESSA DAI SOCIAL NETWORK

Immaginiamo un mondo senza social network. Né facebook, né tantomeno instagram o whatsapp. Niente aggiornamenti quotidiani di notizie di ogni tipo, niente notifiche istantanee. Dimentichiamoci di influencers e delle loro foto posate o fintamente naturali, di pubblicità, di video ironici o di parodie, di animaletti e di meme. Si paleserebbe una nuova realtà; una vita totalmente diversa. È complicato solo ad immaginarla figuriamoci riabituarsi ad essa. Ecco perché è difficile credere alla possibile chiusura di facebook e instagram in Europa. Eppure, per un problema di trasferimento di dati personali che non permetterebbe il flusso tra Europa ed America bisogna pensare anche a questa eventuale ipotesi e quindi ad un eventuale piano B.

Bisognerebbe abituarsi ad un uso completamente differente del cellulare ed a sostituire i messaggi vocali con le chiamate, le chat con gli sms e magari riprendere a fare gli squilli telefonici. Inizieremmo a partecipare ad ogni conferenza o evento che ci interessa esclusivamente dal vivo senza sentire la necessità di fare foto e video senza sosta non potendoli “postare” nelle stories instagram o su facebook. Ci limiteremmo a gustare un buon piatto o a vivere un’esperienza a 360 gradi invece di controllare visualizzazioni o rispondere alle reazioni delle nostre foto (neanche fossimo dei fotoreporter). Non saremmo continuamente bombardati da pubblicità di aziende o dalle promozioni di influencer con i loro codici sconto.

Riabituarsi ad un mondo senza social è complicato anche per le aziende che dovrebbero cambiare modo di comunicare e sponsorizzare i loro prodotti. Tuttavia esiste già una famosa azienda cosmetica che ha scelto di sbarazzarsi dei social e delle molte opportunità di vendita. Da alcuni mesi il gruppo britannico Lush ha dato addio ai social in quanto preoccupati dei gravi effetti sulla salute che essi producono, una scelta etica che si sposa con l’approccio sostenibile da sempre sostenuto.

Anche molti vip e star internazionali fanno a meno dei social. La lista è molto lunga e le loro motivazioni sono varie. Emma Stone si tiene alla larga da Instagram poichè a suo dire mostrerebbe l’apparente perfezione della vita delle celebrità che invece non è esente da difficoltà e problemi. Jennifer Lawrence, un’altra attrice premio Oscar non ha un account instagram in quanto non riuscirebbe a starci dietro. Bradley Cooper pensa che perderebbe credibilità agli occhi degli spettatori se si conoscesse molto della sua vita fuori dal set. Infine George Clooney non usa i social per timore di disastri virali.

La loro è la dimostrazione che si può stare disconnessi dai social, vivere la propria vita e continuare la propria carriera senza presenziare su ogni piattaforma social. Ma quanti di noi farebbero a meno dei social rinunciando ad essere sempre aggiornati su tutto e rinunciando ad un breve istante di gratificazione per un like o un commento di qualcuno che ci piace o stimiamo?! Di sicuro vivere senza social al giorno d’oggi significa essere fuori dal mondo, ma disconnettersi per brevi o lunghi periodi può essere davvero benefico per vivere pienamente la realtà che ci sta intorno e godere delle piccole cose che sempre più spesso passano in secondo piano dietro lo schermo di uno smartphone.


Articolo pubblicato sul Quotidiano del Sud – L’Altravoce dei ventenni