Intervista ad Andrea Moretti: il doppiatore di Squid game si racconta

Ospite di oggi della nostra rubrica delle interviste è Andrea Moretti, noto per aver prestato la voce a Park Hae-soo in Squid Game e Royce Johnson in Daredevil e Jessica Jones. Ultimamente ha prestato la voce sempre all’attore coreano per la nuova serie La casa di carta Corea, nei panni di Berlino.

Andrea Moretti nasce a Roma il 1978. Si avvicina al mondo del teatro fin da giovane, per poi intraprendere stabilmente il lavoro come doppiatore. Andrea Moretti ha doppiato alcune pellicole cinematografiche. Lo ricordiamo nei panni di Brad James in Prisoners e Milo Gibson in The Outpost.

Per quanto riguarda le serie tv, è la voce dell’ispettore Mahoney nella serie Daredevil e Jessica Jones, Park Hae-soo in Squid Game e La casa di carta Corea.

Per quanto concerne il mondo videoludico, ha prestato la voce a Norio in Ghost of Tsushima, Eleazar ‘Lazar’ Azoulay in Call of Duty: Cold War e molte altre produzioni di titoli tripla A come Cyberpunk 2077, Borderlands 3, Star Wars Jedi Fallen Order e World of Warcraft.

Come ti sei avvicinato al mondo del doppiaggio?

Io provengo dal mondo del teatro, ho studiato recitazione in gioventù. Un giorno, durante uno spettacolo teatrale, mi è venuta a vedere una doppiatrice che mi ha coinvolto nel doppiaggio, ovvero Aurora Cancian. Non sapevo bene che cosa fosse, così andai a vedere un turno di doppiaggio e mi innamorai del mestiere in quanto trovai la mia dimensione.

Nel corso della sua lunga carriera contornata da molteplici lavori, qual è il ricordo più intenso legato al mondo del doppiaggio?

Nei primi tempi approcciarmi con quelli che per me erano dei miti, poiché li ascoltavo nei cartoni animati della mia infanzia, era un’emozione molto forte. Mi reputo un umilissimo mestierante, quindi incontrare quelli che sono stati dei miti della mia adolescenza è sempre una grandissima emozione. In ambito videoludico è sicuramente aver prestato la mia voce in World of Warcraft, che per me è stato un gioco che ha segnato parecchi anni della mia carriera videoludica. Io non ci gioco più da tanto però me lo ricordo con affetto. Ultimamente aver preso parte al doppiaggio di Squid Game è stato emozionante. Una serie evento che mi ha potuto mettere in luce e che ricordo con particolare piacere.

Noi ti ringraziamo per la tua disponibilità, ma prima di andare vorremmo conoscere un curioso aneddoto sulla tua carriera. 

Una cosa simpatica che mi accade spesso, essendo un appassionato videogiocatore di Overwatch, è di incontrare vari doppiatori di alcuni dei miei personaggi preferiti. Ogni volta che incontro una voce che fa parte di Overwatch sono sempre lì che fremo. A parte il compianto Roberto Draghetti, avere avuto la possibilità di conoscere Dario Oppido che impersona Winston, oppure Luca Semeraro nei panni di Sigma, che è uno dei miei personaggi fissi, è sempre una cosa elettrizzante.


Articolo pubblicato sul Quotidiano del Sud – L’Altravoce dei ventenni

L’intervista completa su Videogiochitalia.it