Vorrei essere un satellite,
gravitare attorno
al tuo mondo.

Inghiottire i tuoi respiri,
scandire i tuoi gesti,
vivere tra le tue cose,
mentre tu non mi vedi.

Vorrei essere
il tuo specchio,
il tuo riflesso
e mitigare difformità.Sono polvere
dispersa dal tuo vento.
E sono radice
interrata,
tu non mi vedi.

Davide Uria

A proposito dell'autore

Venti

Venti non è una rivista. Venti non è un semplice blog. E’ un contenitore di idee, di sogni e di parole.

Post correlati