Con l’università quasi agli sgoccioli è il momento di pensare a quale sarà la prossima mossa.

In Italia è prassi comune iscriversi al master – o alla scuola specialistica – subito dopo la fine della triennale.

“Se non studi adesso, poi difficilmente tornerai sui libri!”

b3ebe6cfd757ac3d8b963ac58635c0abCi avvertono genitori, amici, parenti e medico di famiglia. Per cui molto spesso ci convinciamo che sia quello il percorso da fare.

In realtà abbiamo molte più alternative di quelle che ci cadono sotto gli occhi. Non è solo la carriera accademica ad arricchire il CV, anzi.

Se siete indecisi su quale master scegliere, o siete insoddisfatti della vostra carriera, non prendete in considerazione solo università a cui iscrivervi, anzi scartatele subito, se potete!

Di fronte all’indecisione più struggente valutate l’alternativa di prendervi un anno sabbatico – dal lavoro o dallo studio universitario – e impiegatelo nella costruzione di competenze che vi saranno utili in futuro (competenze che non sempre si possono apprendere sui libri!).

Trasferitevi in un posto nuovo, imparate una nuova lingua (attenzione l’inglese non conta!). Scegliete quella che può essere più rilevante per il vostro settore, o quello in cui volete entrare.

Imparate a programmare. I linguaggi di programmazione rientrano ormai ad ogni livello del vostro business, vale sicuramente la pena conoscerli.

Informatevi su quello che accade nel mondo, ma soprattutto imparate a raccontarlo. Al mondo di oggi non sono importanti solo le informazioni che abbiamo, ma come le comunichiamo agli altri.39bd8adddaf524159da75aa9498ede84

Viaggiate verso il punto esattamente opposto nel mondo, scoprite una nuova cultura e spingetevi fuori da quella maledetta comfort zone che vi causa tanta ansia. E soprattutto documentatelo nel vostro libro personale o su un blog.

Tutte queste alternative vi porteranno sicuramente valore aggiunto, sia nel breve che nel lungo termine. Non si sa mai chi conoscerete lungo la strada o dove essa vi porterà. Potrete anche scoprire che quello che desiderate era sempre a due passi, ma almeno adesso ne avrete la consapevolezza.

…e se tra tutte queste alternative nessuna vi alletta e vi sentite ancora insoddisfatti, allora mettete da parte tutte le scusa che avete trovato fino ad ora e fondate una vostra azienda come avete sempre sognato di fare.

A proposito dell'autore

Giovanna Cataldo

Nata nel 1991 in Calabria, università a Milano (secondo anno di specialistica in Economics and Management of Innovation and Technology). Cittadina del mondo, curiosa e con mille interessi. La routine la annoia, stare sempre nello stesso posto non fa per lei. Scappa dalle responsabilità da adulti (che prima o poi la raggiungeranno). Appassionata di tutto ciò che è imprenditorialità, tecnologia, innovazione, made in Italy etc etc etc.

Post correlati