Demone dentro, pubblicato da Tunuè, è l’esordio del giovane fumettista romano Mattia Iacono.

demone dentro
Le vite dei due personaggi, Wantoo e Ulisse, scorrono parallele in routine poco entusiasmanti, quasi prive di soddisfazioni, e sono accomunate da ciò che si nasconde nei rispettivi luoghi più intimi dell’anima.
Wantoo è proprietario di un cantiere navale e si ritrova incastrato in un matrimonio infelice, in cui l’amore è svanito via, come trasportato via da una folata di vento.
Ulisse, che condivide con il mito solo il nome, è un impiegato dal carattere docile e remissivo che viene vessato dai colleghi e trova conforto solo nella solitudine dell’ambiente casalingo.
Dietro le attitudini indolenti, quasi sottomesse e passive, nascondono una parte oscura, un demone che influenza le loro vite fino a dominarle. I loro percorsi corrono paralleli, finché un libraio dal sorriso sornione non regalerà ad entrambi un misterioso libro: Babadush. Finché non intraprenderanno un viaggio verso l’isola misteriosa, finché non scopriranno (o riscopriranno) loro stessi.
Ognuno di noi possiede un lato oscuro, subdolo, che tiene nascosto agli altri e talvolta persino a se stesso, incosciente di possederlo. Questo alter ego dai contorni sfumati, dai colori scuri, emerge in momenti particolari della nostra vita: nell’istante in cui decidiamo se fronteggiarlo oppure arrenderci al suo cospetto comprendiamo il nostro reale valore.

Con uno stile schietto, senza fronzoli, Mattia Iacono utilizza sapientemente la metafora del viaggio e fa sì che essa vada a braccetto con il tema del mostro interiore. Una storia leggera, eppure mai banale, che mantiene la sua velocità e la sua delicatezza nonostante un tema tutt’altro che semplice.
La realtà sembra scivolare via, pagina dopo pagina, per lasciare spazio ad una dimensione fiabesca che  infonde una morale altissima: la fiducia in se stessi ed il pieno godimento per la vita sono i primi e fondamentali passi per la sconfitta del demone. Il confronto con il riflesso del singolo nello specchio può diventare una delle sfide più ardue della quotidianità: i demoni interiori ci accompagnano, ci corteggiano, ci vengono incontro e ci investono con violenza. Quasi fossero nemici dell’Io, si alimentano con le nostre frustrazioni, i nostri sogni infranti, le sfide perse.

Mattia Iacono indaga gli abissi dell’animo umano, fino all’origine remota del buio. Questa graphic novel, tuttavia, delinea con grazia lo scenario della vittoria dell’animo umano.
Chissà che non capiti anche a noi, un giorno, di ricevere una copia di Babadush?

 

 

A proposito dell'autore

Maria Teresa Pedace
Caporedattore

Maria Teresa, 27 anni di scelte sbagliate ed errori madornali. Spasmodica amante del mare, della neve, della critica. Social media lover, cantante da karaoke, cuoca della domenica, simpatica a giorni alterni, affetta da sindrome del fangirlin’ e del pogo selvaggio.

Post correlati