L’altro giorno sono passata da piazza del Popolo, affollatissima e rovente per il primo caldo.
Turisti, bambini, anziani, passeggiavano indisturbati, mentre alcuni cercavano, invano, riparo all’ombra. E poi, incurante sotto i raggi caldi, un musicista di strada. Era rossissimo in viso, i capelli lunghi sembravano non dargli respiro, era tutto sudato. Ma non gli interessava, la musica, in quel momento, aveva la priorità sul caldo e sullo sforzo. Lo guardavo affascinata, trasportata dalle note di una melodia che non conoscevo.

Quanto potere ha la musica!

Avete mai pensato a quanto una canzone influisca sul vostro umore? La musica ha infinite possibilità di comunicare, è forse uno dei modi più immediati che abbiamo per “processare le emozioni”. C’è una canzone per ogni momento, come il tormentone estivo che, ad un certo punto inizi a canticchiare per sfinimento, oppure la canzone più malinconica per i giorni d’inverno in cui inizia ad imbrunire prima che la giornata lavorativa sia finita.
La musica è cura, terapia: fa ridere, rende spensierati e allegri; viceversa può rendere silenziosi, riflessivi, tristi. A volte, può anche invertire gli stati d’animo, aiutandoci a sorridere dopo un mare di lacrime.

Capita di associare canzoni a persone, a momenti particolari e, per questo, sembra che le parole del testo stiano parlando proprio a noi e a nessun altro. Si crea connessione ed empatia, riempie il tempo.

Altre volte succede che una canzone abbia una carica emotiva tale che ci impedisce di ascoltarla anche per lunghi periodi, perché riporta alla mente episodi spiacevoli, memorie dolorose. Forse tutto questo accade perché la musica nasce da dentro, dai sentimenti, dalle emozioni, dai pensieri banali, dalla vita quotidiana.

Perché certamente, e questo non bisogna scordarlo, la musica è arte e sublimazione.

Con la musica dal vivo, poi, entriamo in contatto con quel mondo che sempre ci accompagna, ma lo facciamo in maniera totale, assoluta.
Un concerto o un’esibizione live hanno con sé delle vibrazioni speciali, irripetibiliSi entra in contatto con l’artista, con le corde della sua chitarra e della sua voce, sembra quasi di partire, andare lontano.

Dal vivo, ogni nota sembra più reale e pura.

La musica è aggregazione, abbraccio collettivo: concertoni, festival (pensate al MIAMI, Colorfest, Ypsigrok, Sziget…)  o magari karaoke. Urlare a squarciagola senza paura di essere stonati, calpestare i piedi del vicino senza rendersene conto, non chiedere scusa perché si è tutti troppo impegnati ad ascoltare e vivere la musica insieme.

Quando ci guardiamo attorno ad un concerto vediamo che, a ballare e scatenarsi su quel pezzo che ci piace tanto, oltre a noi, ci sono altre centinaia di persone. E allora ci muoviamo liberi su un ritmo che comunica a tutti cose diverse oppure uguali, chissà? La musica ci è accanto mentre passano gli anni, è una certezza costante, non va via, sappiamo che sta sempre lì quando ne abbiamo bisogno. E così, ascoltando una canzone ci prepariamo la mattina, facciamo la doccia, puliamo i piatti e spegniamo le luci la sera. Una canzone può raccontare storie, rievocare voci lontane e sbiadite nel tempo, perché per fortuna, è eterna.

La musica è uno dei modi migliori che abbiamo per conoscere una persona e noi stessi, per scavare nei punti più remoti anche senza chiedere il permesso, riscoprendo  emozioni che avevamo dimenticato. E’ forse la parte più intima, sincera e quasi tangibile di una persona, quando si è in grado di ascoltare.

Sta tutto lì.

L’estate 2017 ci riserverà non pochi festival ed eventi musicali, a seguire i più interessanti:

  • MI AMI 2017 ,
    25,26,27 Maggio 2017
    Idroscalo di Milano c/o Circolo Magnolia
    Line up: Carmen Consoli, The Zen Circus, Baustelle, Mecna, Coez, Le Luce della Centrale Elettrica, Canova, Management Del Dolore Postoperatorio (e molti altri..!)
  • Color Fest ,
    4 e 5 Agosto 2017
    Lamezie Terme (CZ) presso l’Abbazia Benedittina,
    Line up: Levante, Brunori San, Nada, Ex-Otago, One Dimensional Man;
  • Ypsigrok ,
    10, 11, 12, 13 Agosto 2017

    Castelbuono (PA)
    Line up: Cigarettes After Sex, Digitalism, Klangstof, Beach House, Cabbage..
  • Sziget
    9 – 16 Agosto 2017
    Budapest
    Line up: Kasabian, Major Lazer, Pink, Wiz Khalifa, Macklemore and Ryan Lewis, Rita Ora, Biffy Clyro, Tom Odell, George Ezra, Mac Demarco
  • Glastonbury
    21 – 25 Giugno 2017
    Glastonbury
    Line up: Radiohead, Foo Fighters, Solange, Ed Sheeran, Alt-J, First Aid Kit, Lorde, The XX, Clean Bandit, Kaiser Chiefs, London Grammar
  • Collisioni
    Luglio 2017
    Barolo (CN)
    Con la partecipazione di: Placebo, Offspring, Robbie Williams, Carmen Consoli, Max Gazzè, Renato Zero

Credits immagine:Grazia.it

A proposito dell'autore

Maria Letizia Stancati

Nata a Cosenza nel 1994, vive da quasi tre anni a Roma, dove si è trasferita per studiare Lettere Classiche. Non ha idea di cosa farà terminati i suoi studi, perché l’unica aspirazione che ha è quella di affiancare J.K. Rowling nell’harem degli scrittori. Ama la musica, viaggiare, la vita la coinvolge totalmente e vorrebbe scoprire il mondo. La sua passione più longeva è sicuramente la lettura, il primo libro che ha letto è “Giovanna nel Medioevo” e ha pianto senza ritegno dopo aver terminato “La piccola Principessa”. Incapace e negata per ogni tipo di sport (ma è fiera di aver praticato basket per una settimana), ama correre con le cuffie nelle orecchie e camminare per tutta Roma. Introversa, apparentemente timida, molto logorroica, ma pur sempre sincera, leale, solare . Il suo gruppo preferito sono gli Oasis, e mentre spera che tornino insieme, immagina sempre come sarebbe la sua vita se la smettesse di sognare ad occhi aperti.

Post correlati