Tutti sanno che i consigli riguardo nuova musica non sono mai abbastanza, quindi è proprio per questo motivo che abbiamo pensato di intervistare Kihmy così da presentarvi sia lei sia il suo eccezionale EP di debutto, “Only For Love”.

Kihmy, nome d’arte di Michela Tassone,  è una ragazza di Milano intraprendente e determinata, con una forte passione per la musica in generale. Avvicinatasi alla musica quando aveva solo 12 anni, già mostrava interesse per la composizione di pezzi a quell’età, aspetto che ha poi portato avanti 4 anni fa iniziando a prendere lezioni di canto e a dedicarsi alla produzione vera e propria. Da questa nuova svolta e dalla necessità di comporre dei pezzi che la rappresentassero al meglio e che, al tempo stesso, potessero fare da portavoce per i suoi sentimenti è nato il progetto “Only For Love”.

Photo by Valentina Elena Guerrini for AVimage

“Only For Love”, come si può intuire dal titolo, tratta di amore ed è proprio l’amore per la musica, ci dice Kihmy, che l’ha portata a scrivere i brani che compongono questo EP, e a riflettere sulla sua situazione attuale e su alcuni aspetti della sua vita che possiamo ritrovare nei vari singoli dell’EP.

Il processo creativo

Abbiamo voluto approfondire con Kihmy anche il processo vero e proprio di scrittura creativa e abbiamo scoperto che preferisce lavorare contemporaneamente su più pezzi, così da non prestare troppa attenzione ad un solo brano, lasciandosi guidare dalla musica senza così perdere di vista quella che è la spontaneità creativa.
Ci confessa che non c’è un processo standard dietro la produzione dei suoi brani, in quanto può succedere che parta da un giro di accordi con tastiera e chitarra, oppure che inizi tutto da un loop su cui costruire intorno le melodie. Insomma, dipende dal feel della canzone e dall’ispirazione del momento.

La produzione totale dell’EP è durata circa un anno e mezzo, con le dovute ed ovvie differenze tra i differenti pezzi. Kihimy ci dice, infatti, che brani come “Only For Love” e “Be Stronger”  sono stati finiti in poco tempo, al contrario di “Quello Che Resta” e “Dear Friend” che hanno richiesto più tempo, anche dal punto di vista della produzione stessa.

L’EP, che presenta sia brani in inglese sia in italiano, trae ispirazione da diverse fonti, tra cui possiamo citare hip hop e soul come generi, Laurin Hill, Millie Jackson, Bob Marley, la scuola del “Queens Bridge”, Tupac, Biggie Small, ed Iam per la musica e l’esperienza personale della stessa Kihmy per i testi.

Rallentamenti e progetti futuri

Abbiamo voluto chiedere a Kihmy se le fosse mai capitato di scontrarsi contro un blocco creativo e come  abbia superato l’impasse. Ci ha risposto che, per fortuna, ancora non le è mai successo e che quando nota di essere meno ispirata ascolta la musica per ritrovare l’ispirazione. Molto importate per lei è anche il parere dei suoi amici e delle persone a lei vicine, che vengono spesso interpellati in fase di produzione, in quanto ascoltare il diverso punto di vista di diverse persone e come la musica venga percepita da ognuno di essi la aiuta a procedere in fase di realizzazione.

Photo by Valentina Elena Guerrini for AVimage

Purtroppo Kihmy non sta ancora lavorando ad un nuovo album, ma considerando la bellezza dei brani inseriti in “Only For Love” siamo sicuri di poterci aspettare un futuro brillante da quest’artista, che ci confida di star scrivendo nuovi pezzi, con nuove idee ed ispirazioni.

Aspettando con ansia di ascoltare i suoi nuovi testi, vi lasciamo intanto i link dove poter trovare Kihmy e, ovviamente, quelli per ascoltare “Only For Love”, che inseriamo anche nella playlist Spotify del nostro blog.

Ascolta Kihmy su Spotify

Contatti

A proposito dell'autore

23enne di Roma dotata di cuore e anima del Sud. Appassionata di musica, cinema, libri, manga, Corea del Sud e chi più ne ha più ne metta. Fotografa dilettante ma ambiziosa e pianista per passione. Padrona di due gatti su cui, prima o poi, girerà una serie TV.

Post correlati