Ormai il 2016 è agli sgoccioli. Sappiamo già che quest’ultimo mese sarà occupato da cibo e regali, per cui meglio portarsi avanti ora con un po’ di “trend-watching”: quale sarà il tema di fondo per Marketing e Social Media nel 2017?

Gli elementi principali che guideranno questi trend sono tre:

  • Mobile devices: sempre più persone possiedono un telefono, sempre in aumento l’utilizzo che ne facciamo
  • Real Time: i contenuti ovviamente la fanno sempre da padroni, ma quello che richiedono gli utenti è che siano contenuti in tempo reale
  • Video: perché accontentarsi di foto, quando possono esserci i video?

Video a 360 gradi

Vogliamo esserci, vogliamo vedere le cose in maniera più realistica possibile, anche se attraverso uno schermo. E cosa è più realistico di un video? Meglio se è in formato 360 gradi. Le applicazioni nell’e-commerce sono sicuramente da tenere d’occhio: le statistiche riportano che un numero impressionante di persone afferma che la decisione di acquistare o meno un prodotto è stata aiutata dalla possibilità di visualizzare un video a 360 gradi.

Utilizzo di più device allo stesso tempo

Siete seduti sul divano a guardare la TV e allo stesso tempo guardate anche un video su YouTube? Tranquilli, non siete soli. Lo fanno anche molte altre persone: l’85% di adulti tra i 18 e i 49 anni, secondo il Think with Google reportGli utenti quindi non utilizzano mai una sola piattaforma, per cui tenetelo in considerazione nelle vostre strategie di marketing.

L’engagement degli utenti è la metrica più importante

Sempre il report Think with Google mette in evidenza come l’engagement degli utenti sia importante nella scelta dei contenuti e delle piattaforme. YouTube mantiene la sua posizione da leader, per la gratuità del servizio, ma anche per la sua “inter-generazionalità”. Su YouTube tutti possono trovare qualcosa e per i teen-ager il tempo speso a guardare video online ha sostituito il tempo speso davanti alla TV e 4 su 10 Millennials dichiarano che non potrebbero vivere senza YouTube.

Live streaming

Sempre più aziende includono il live streaming nella propria strategia marketing. Gli utenti sono sempre più curiosi di sapere quello che succede dietro le quinte o come un prodotto viene creato, ormai Snapchat ci ha abituato ad essere parte della vita di tutti i giorni di celebrità, influencer e brand. Le altre piattaforme si stanno adattando in modo da offrire alle aziende la possibilità di offrire video in tempo reale.

Contenuti temporanei

Sempre Snapchat ci ha abituato all’idea del fatto che i contenuti possano essere temporanei e sparire una volta visualizzati. Molte altre piattaforme si stanno adattando a questa idea e anche i brand dovrebbero tenerlo in considerazione. La temporaneità rende il contenuto più autentico e quindi più credibile per i consumatori.

Per saperne di più date un’occhiata al report di Google.

 

 

A proposito dell'autore

Giovanna Cataldo

Nata nel 1991 in Calabria, università a Milano (secondo anno di specialistica in Economics and Management of Innovation and Technology). Cittadina del mondo, curiosa e con mille interessi. La routine la annoia, stare sempre nello stesso posto non fa per lei. Scappa dalle responsabilità da adulti (che prima o poi la raggiungeranno). Appassionata di tutto ciò che è imprenditorialità, tecnologia, innovazione, made in Italy etc etc etc.

Post correlati